Seleziona una pagina

??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????Fin dal XIX secolo per il riscaldamento civile ed industriale di edifici ed abitazioni, hanno sempre usato per alimentare le loro fornaci i combustibili fossili.

Dal carbone, alle nafte, fino ad arrivare al GPL e metano, tutto il XX secolo ha visto una lenta ma progressiva evoluzione di questo settore ingegneristico sempre più complesso, ma comunque legato agli stessi principi di combustione e diffusione del calore tramite un fluido termo vettore come l’acqua.

Questo sistema ha creato una serie di figure professionali che sono rimaste pressoché invariate in tutto questo tempo, una di queste è il conduttore di impianti caldaie.

Una figura nata per gestire e controllare gli impianti a carbone e poi evoluta per adattarsi ai nuovi sistemi a combustibili liquidi e gassosi.

Con l’automatizzazione di questi sistemi, la figura del conduttore caldaie è diventata sempre meno importante e funzionale fino ad arrivare al punto che, in un quadro normativo antiquato, risultava una figura quasi inutile, rispetto ad altre emergenti.

Negli ultimi 10 anni le tecnologie di climatizzazione hanno fatto passi da gigante, ed hanno sviluppato numerosi sistemi di funzionamento ed alimentazione, che di fatto non prevedono più la classica figura del conduttore, ma altre ibride tra manutentore, progettista e conduttore.

A tal scopo, L’Italia aderisce alle nuove normative della UNI 11554, che istituisce tre nuovi profili professionali suddivisi ciascuno in due sottoclassi, ognuno con le sue specifiche mansioni.

LE FIGURE PREVISTE DA QUESTA NORMATIVA

SONO DEFINITE COME:

Profilo A =  RESPONSABILE TECNICO DI IMPIANTI TERMICI

Profilo b = INSTALLATORE DI IMPIANTI TERMICI

Profilo C = MANUTENTORE DI IMPIANTI TERMICI

Tutte le figure prevedono, al loro interno, le mansioni di un conduttore di caldaie, che deve comunque avere la consueta patente acquisita tramite l’esame di stato alla presenza di Funzionari dell’ispettorato del lavoro.

Sono ancora pochi in Italia gli enti che hanno un’offerta formativa di questo tipo, tra questi il CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE ANAPIA ROMA, Prevede corsi ad Hoc, per ciascuna di queste figure, ognuna con il modulo e l’esame per il patentino caldaie che viene rilasciato in OMAGGIO compreso nel pacchetto di ogni singolo profilo.

A differenza delle vecchie figure professionali, che prevedevano un riconoscimento di pari livello diverso per ogni paese della comunità Europea, essendo legiferate da una norma UNI europea, sono automaticamente riconosciute in tutti i paesi Europei, senza bisogno di un esame di equiparazione.

La grande rivoluzione delle rinnovabili e delle energie sostenibili, motivate dalle nuove attenzioni ambientali, sia politiche che scientifiche hanno rinnovato e modificato notevolmente la professione del termoidraulico, oggi figura sempre più qualificate in un mondo globalizzato e competitivo.

A.Loiacono

www.impaintistatermoidraulico.it – Tel. 06-50513498  – info@impiantistatermoidraulico.it


Warning: include(/index.php): failed to open stream: No such file or directory in /home/impiant4/public_html/wp-content/plugins/social-share-button/includes/class-shortcodes.php on line 41

Warning: include(): Failed opening '/index.php' for inclusion (include_path='.:/usr/local/php56/pear') in /home/impiant4/public_html/wp-content/plugins/social-share-button/includes/class-shortcodes.php on line 41